54571
post-template-default,single,single-post,postid-54571,single-format-standard,eltd-core-1.2.1,borderland-child-child-theme-ver-1.0.0,borderland-theme-ver-2.5,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,transparent_content,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-6.9.0,vc_responsive
In questo articolo ti propongo la ruota della vita, un esercizio di autovalutazione. Una sorta di istantanea per fare chiarezza su ciò che ti soddisfa e ciò che invece desideri migliorare, su cosa concentrare il tuo cambiamento e i tuoi sforzi, partendo da ciò che ti preme di più, ottenendo un meraviglioso effetto domino su tutte le altre aree che inevitabilmente ne godranno!

Vuoi sentirti soddisfatta di te? Compila la ruota della tua vita!

Perché mi sento sempre insoddisfatta?

Come fare nella vita per sentirsi realizzate?

Nell’articolo “A te che vuoi sentirti soddisfatta della tua vita”, ti parlavo del senso di frustrazione e di insoddisfazione cronica in cui spesso ci sentiamo intrappolate.
A volte, ciò che abbiamo e che otteniamo non ci soddisfa perché non è sufficiente per ciò che ci occorre o che vorremmo realizzare. Altre volte, non va nella direzione dei nostri desideri e bisogni più profondi o è il risultato di scelte che abbiamo preso per motivazioni non allineate con noi (come le decisioni prese per paura, per ottenere solo l’approvazione e la benedizione degli altri, per senso di colpa o per vergogna, ecc.).

Altre ancora, ciò che abbiamo ci lascia insoddisfatte perché il punto di vista da cui lo osserviamo non ci consente di apprezzare i nostri risultati, né i nostri tentativi e sforzi.

Forse siamo abituate a pensare che essere comprensive con se stesse e i propri sforzi possa essere nocivo, che riconoscere i propri traguardi e definirsi soddisfatte implichi in qualche modo accontentarsi e sedersi, “dormire sugli allori”, come ci dicevano a scuola. O magari partiamo dalla convinzione che dirsi realizzate e appagate porti “sfortuna”, affondando i propri timori nella paura di sbagliare e di fallire.

O ancora, che provare soddisfazione per se stesse in qualche modo significhi essere superbe e altezzose, con il suo altisonante “Chi si loda si imbroda”.

Piuttosto, oggi ti suggerisco un esercizio per osservare e passare in rassegna le diverse aree della tua vita proprio dal punto di vista della soddisfazione che provi in ciascuna di queste.

Si tratta di un supporto molto valido per valutare la soddisfazione di te stessa, soprattutto se tendi a fare di tutta l’erba un fascio, a dire frasi come “Mi va tutto male” o “Non mi piace niente di quello che ho” e vuoi uno strumento di osservazione per fare una valutazione sincera e il più possibile onesta di quanto ti senti realizzata e perché.

(Se ti piace l’idea di guardarti dentro e vuoi scoprire altri esercizi per imparare a conoscerti e ascoltarti, iscriviti alla mia newsletter “In punta di spine” per ricevere spunti e riflessioni e scaricare “Sfumature di imperfezione”, la guida in regalo per te per accettare le sfumature e le imperfezioni della vita.)

La ruota della vita: un esercizio per sentirti soddisfatta di te

La Ruota della Vita è uno strumento di coaching, utile ad auto valutare alcuni degli aspetti chiave della propria realtà, al fine di avere un‘idea chiara della qualità della ruota su cui si poggia la nostra esistenza (in termini di armonia, soddisfazione, equilibrio).

Una sorta di istantanea per fare chiarezza su ciò che ti soddisfa e ciò che invece desideri migliorare, su cosa concentrare il tuo cambiamento e i tuoi sforzi, partendo da ciò che ti preme di più, ottenendo un meraviglioso effetto domino su tutte le altre aree che inevitabilmente ne godranno!

La ruota della vita che ti propongo qui, infatti, si compone di otto spicchi (che potrebbero aumentare a seconda di quali altri aspetti vuoi mettere sotto la lente di ingrandimento), che corrispondono ad altrettante aree della tua vita: amore, lavoro, ambienti, tempo libero, spiritualità, finanze, benessere, relazioni.

Come compilare la ruota della tua vita

Di seguito troverai tre passaggi da seguire così come sono indicati per poter compilare la tua ruota della vita.
Cliccando qui, invece, potrai scaricare la ruota della vita in formato jpg da stampare e compilare/colorare.

Prima di cominciare!

Per compilare la ruota della vita occorre una certa dose di coraggio. E non parlo di coraggio inteso come assenza di paura, bensì dell’accezione che trovi in questo articolo sul coraggio di essere te stessa.

Ebbene sì, occorrono cuore e forza d’animo per guardare in faccia la nostra realtà e prendere consapevolezza di cosa non va.

Ma non perderti d’animo: con questo esercizio non ti concentrerai sui problemi, bensì sulle soluzioni!

Step 1: il tuo Presente

Il primo step dell’esercizio ti invita a descrivere il tuo presente e il livello di soddisfazione che provi nelle varie aree della tua vita, con una particolare attenzione (aggiungo io) alle emozioni e a ciò che provi nell’ambito che in quel momento stai osservando.

Mi rendo conto che descrivere la situazione attuale possa sembrare complicato: ecco per te delle “domande guida” che potranno fornirti un aiuto nella compilazione dell’esercizio.

  • Sono soddisfatta in questa area della mia vita?
  • Perché?
  • Qual è il mio umore quando penso a questo specifico ambito?
  • Quali sono le situazioni relative a questa specifica area che più mi preoccupano o per cui mi sento più confusa o in difficoltà?
  • Cosa mi piace/non mi piace?
  • Cosa vorrei cambiare?
  • Che tipo di cambiamento vorrei?
  • Cosa dovrebbe succedere perché le cose migliorassero?
  • Cosa è in mio potere fare per portare questo cambiamento?
  • Cosa mi serve/mi manca?
  • Quale emozione voglio provare in quest’ambito?

Step 2: il tuo Futuro

Passa di nuovo al setaccio gli otto spicchi, ma al futuro, descrivendo la tua vita fra un anno, come se avessi già realizzato gli obiettivi che ti sei prefissata per ciascuna area.

Per farlo, ti suggerisco di scrivere al presente: “E’ settembre 2021 e io vivo, mi sento, lavoro, guadagno, ecc…”.

Step 3: si colora!

E ora passiamo alla parte più “leggera”: a questo punto ti chiedo di colorare ogni spicchio della ruota secondo il tuo grado di soddisfazione, assegnandogli un voto da 1 (il più basso) a 10 (il più alto).

Con un altro colore, riempi poi gli spicchi fino al livello di soddisfazione che vorresti raggiungere e pensi di poter realizzare realisticamente.

Nuove consapevolezze

E ora osserva la tua ruota e rileggi ciò che hai scritto:

  • Come ti sembra?
  • C’è qualche area che ti appare più “debole” e qualcuna che, invece, risulta più solida?
  • E’ emerso qualcosa di te che prima non conoscevi?
  • Su quale aspetto senti di voler lavorare prima di tutti gli altri?
  • Quali sono le emozioni “guida” che hai trovato e che vorresti provare?
  • Cosa ti occorre per raggiungere il livello di soddisfazione che desideri raggiungere nei vari spicchi?
E adesso?
E adesso se desideri condividere con me la tua ruota, sono qui per te!
Per aiutarti a prenderti cura di ciò che conta per te e affrontare il cambiamento che desideri.
Puoi condividere le tue riflessioni con me e fissare una fissare una sessione conoscitiva gratuita, compilando questo form.
Ti aspetto!

A presto!
Patrizia

Ph Karina Carvalho/Unsplash

Patrizia Arcadi

Sono Patrizia Arcadi, La Coach Imperfetta: ti aiuto ad accettare e accogliere l’imperfezione, riscoprendo il coraggio di essere te stessa. Lavorando con me potrai: sentirti più sicura di te e delle tue decisioni nella vita privata e nel lavoro, metterti al primo posto senza sentirti in colpa, riconoscere il tuo valore, dire la tua con sicurezza, apprezzarti e star bene con te stessa.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.