fbpx
54828
post-template-default,single,single-post,postid-54828,single-format-standard,eltd-core-1.2,borderland-child-child-theme-ver-1.0.0,borderland-theme-ver-2.4,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,transparent_content,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive

A mostrarsi imperfette ci vuole coraggio


“Vorrei che nessuno vedesse le mie debolezze, vorrei tenermele per me.”

Quante di noi hanno pronunciato questa frase almeno una volta nella vita e, più o meno consapevolmente, hanno fatto di tutto per nascondere le loro imperfezioni?
Io ne conosco diverse e, io per prima, nella mia vita mi sono sentita spesso così inadeguata nelle mie debolezze (o in quelle che io ritenevo tali) da fare di tutto per nasconderle.


Il concetto di “coraggio dell’imperfezione” va molto al di là della capacità di concedersi gli errori, va oltre l’essere disposte a sbagliare. Perchè quando ci vergogniamo delle nostre imperfezioni, il coraggio ha a che fare col mostrarle, con l’uscire dall’ombra e con il liberarsi della convinzione di non valere abbastanza. E, di conseguenza, di non meritare (felicità, amore, soddisfazione, supporto, appartenenza ecc).


Ecco perchè, per avere il coraggio di essere mostrarci imperfette è importante:
– riuscire a parlarci con toni gentili e amorevoli, anzichè con parole critiche e giudicanti,

– saper riservare gentilezza alle proprie imperfezioni e, al tempo stesso, saper dedicare la stessa accoglienza alle imperfezioni altrui,

non temere le proprie imperfezioni e non considerarle come debolezze imperdonabili: e questo non significa non vederle, ma non lasciare che la sensazione di “inadeguatezza” l’abbia vinta su di noi e ci paralizzi, al punto tale da volerci nascondere.

Se vuoi imparare a concederti l’imperfezione, scarica “Regalati l’imperfezione”, il quaderno di ispirazioni per imparare ad accettarla e a introdurla nella nostra vita con leggerezza e divertimento!



Il coraggio alla base dell’autenticità

La ricercatrice Brené Brown, autrice de “I doni dell’imperfezione”, indica il coraggio come una delle quattro risorse da allenare per fare pratica di autenticità:


1. Coraggio: inteso come la capacità di andare oltre la paura e di accettare noi stesse così come siamo. Imperfezioni comprese.
Secondo l’autrice, infatti, “Coraggio viene dal latino cor, che significa cuore. Il coraggio significa raccontare la storia di chi sei con tutto il tuo cuore: avere semplicemente il coraggio di essere imperfetti”.

2. Vulnerabilità: il vero segreto dell’autenticità, poichè implica la capacità di esporsi e di andare oltre al rischio di essere rifiutate, incomprese o giudicate.

3. Compassione: ovvero essere comprensive e amorevoli verso noi stesse, sospendendo critica e giudizio.

4. Connessione con noi stesse: per “abbandonare chi crediamo di dover essere e abbracciare chi siamo davvero”.




Lasciare che gli altri vedano chi siamo davvero, infatti, è una decisione con cui dobbiamo fare i conti ogni giorno. E non sempre si tratta di una scelta così semplice.


Fare pratica di coraggio, partendo dalle piccole cose

A volte i cambiamenti vanno introdotti a suon di grandi svolte, in altri casi invece può essere utile fare pratica avanzando per gradi, compiendo piccoli passi e introducendo le novità a partire dalla piccole esperienze quotidiane.

Un modo per allenare il coraggio di mostrarsi imperfette può essere quello di concederci l’imperfezione a piccole dosi quotidiane, per ridimensionare il timore della novità e per sperimentare con un po’ di leggerezza qualcosa che non riconosciamo come nostro.


Prova così:

  • Circoscrivi ciò per cui ti senti imperfetta, imperdonabile e inadeguata
    Di cosa si tratta? Sono aspetti del tuo carattere? Sono eventi/fatti di cui sei stata protagonista? Sono pensieri, emozioni, parole che hai espresso? Sono mancanze?


  • Elenca tutto ciò che pensi di meritare di buono dalla vita: sii senza freni, non ti porre limiti, nessuno leggerà quell’elenco.

    Il solo fatto di scriverlo darà molto potere a ciò che pensi e ti aiuterà ad accendere la scintilla dei tuoi desideri.
    Ritenere di meritarsi il meglio (o almeno il buono) della vita è il primo passo per trovare la forza di assumersi il rischio di andarselo a prendere.


  • Scorgi le imperfezioni altrui: la sensazione di essere sola nell’esperienza dell’imperfezione è ciò che ti fa vergognare ancora di più di te stessa e che ti fornisce l’alibi per non mostrarti, rosicchiando la tua riserva di coraggio.

    Guardati in giro e cogli i segnali di imperfezione anche nelle altre donne: come puoi trarre forza dalle loro esperienze? Come puoi condividere con loro questa sensazione di inadeguatezza che, ti assicuro, è tutto fuorchè solo tua?


  • Non aspettare di essere perfetta per agire, per esporti, per uscire dal guscio, per dire la tua, per condividere le tue emozioni, per amarti e per farti amare.

    Ciò che ti rende meritevole di amore è proprio ciò che sei ora, imperfezioni, debolezze e fragilità incluse, e se attendi che tutto sia perfetto per mostrarti, rinunci a tutto ciò che di buono potresti goderti della vita ora. A partire dall’amore per te stessa.


  • Lascia andare chi credi di dover essere e fai pratica quotidiana di chi vuoi essere davvero.
    Come ti suggerivo anche nell’articolo “Quanto ti senti autentica?”, prova a chiederti:
    Chi mi sto costringendo ad essere?
    Chi vorrei essere davvero?
    Come mi comporterei se fossi già quella persona?

    Quali decisioni prenderei?
    E come sarebbero i miei rapporti con gli altri?

    Cosa posso fare oggi per iniziare a comportarmi così?


  • Fai ogni giorno una piccola azione coraggiosa: annota la paura che ti scatena, ma vai oltre. La paura non è mai una buona consigliera, quindi in quei momenti contemplala, ma prendi le distanze mettendo sperimentando piccoli atti di coraggio. Può trattarsi di fare il primo passo verso una persona che non senti da un po’, introdurre qualcosa di nuovo nella tua giornata, inviare una email senza rileggerla.

    E poi, se desideri approfondire il tema del coraggio, puoi leggere questo mio articolo e scaricare la scheda di self coaching “Il coraggio di essere te stesssa“.


  • Trasforma l’imperfezione in una vera e propria pratica quotidiana Io la chiamo arte dell’imperfezionismo ed è un modo per allenari a concedersi la perfezione a partire dalle piccole cose quotidiane come atto di amore e compassione verso noi stesse.


    L’imperfezione può essere un dono, non necessariamente qualcosa da tacere, nascondere, di cui temere. Può essere una possibilità di darci il permesso di sentirci soddisfatte di noi, di osservarci come siamo e di creare connessioni con gli altri basati sull’autenticità e sulla ricchezza della condivisione, anzichè su maschere perfette che in realtà nascono persone sole e spaventate di non piacere agli altri.


    Praticare l’imperfezionismo vuol dire concedersi piccole gocce di imperfezione ogni giorno e questo non vuol dire accontentarsi o gettare la spugna, ma riconoscere che la perfezione non esiste e che l’unico modo che abbiamo per sentirci soddisfatte di chi siamo, per percepire il nostro valore e acquisire il coraggio di mostrarci agli altri, è navigare in una condizione di imperfezione in cui ciò che è in nostro potere fare è chiederci come poter dare il meglio di noi.



Se desideri imparare ad adottare questo approccio sostenibile, scarica “Regalati l’imperfezione”, il quaderno di ispirazioni ed esercizi per imparare ad accettare l’imperfezione e a introdurla nella nostra vita, a partire dalle piccole cose.

Clicca sul bottone per averlo gratuitamente!


Ti aspetto!
A presto,
Patrizia

Ph Unsplash

Patrizia Arcadi

Sono Patrizia Arcadi, La Coach Imperfetta: ti aiuto ad accettare e accogliere l’imperfezione, riscoprendo il coraggio di essere te stessa. Lavorando con me potrai: sentirti più sicura di te e delle tue decisioni nella vita privata e nel lavoro, metterti al primo posto senza sentirti in colpa, riconoscere il tuo valore, dire la tua con sicurezza, apprezzarti e star bene con te stessa.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.