54534
post-template-default,single,single-post,postid-54534,single-format-standard,eltd-core-1.1.3,borderland-child-child-theme-ver-1.0.0,borderland-theme-ver-2.2,ajax_fade,page_not_loaded,smooth_scroll,transparent_content,vertical_menu_enabled, vertical_menu_left, vertical_menu_width_290, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Cinque idee per fare scelte consapevoli

Quanto sono consapevoli le scelte che facciamo?
Quanto siamo protagoniste delle nostre decisioni e quanto invece ci troviamo a prenderle in automatico, senza tenere conto di ciò che va bene per noi e ciò che vogliamo davvero?


Siamo consapevoli nelle nostre scelte quando prendiamo in considerazione non solo le informazioni sul contesto e la situazione, ma soprattutto quando siamo capaci di ascoltare ciò che si muove in noi, i nostri pensieri, le nostre emozioni, i nostri bisogni e – pur contemplando le osservazioni altrui – riusciamo a rimanere centrate e connesse con il nostro sentire.


Conoscerci a fondo, sapere chi siamo, essere coscienti di cosa è importante per noi e di cosa desideriamo sono elementi di consapevolezza che possono aiutarci nel processo di scelta.


Perchè, più mi ascolto, più mi conosco.
E più mi conosco, più sono in grado di svincolare le mie decisioni e le mie opinioni da fattori esterni, di rimanere allineata con i miei valori e quello che voglio per me.

Non solo, grazie alla consapevolezza, sarò in grado di portare l’attenzione anche alla realtà che mi circonda, di essere cosciente della situazione, degli altri e dei risvolti che le mie decisioni potranno portare nelle loro vite e nel rapporto che ci lega.


Cinque idee per prendere una decisione consapevole

Nell’articolo “Decisione difficile da prendere? Niente paura!” ti ho parlato di come le nostre scelte a volte siano complicate dalla convinzione che esista una decisione migliore e una peggiore in assoluto e come nel processo decisionale entrino in gioco non solo variabili e fattori oggettivi, bensì i nostri valori, le nostre priorità e ciò che è rilevante per noi.

Sulla base di queste considerazioni, ecco cinque idee per compiere le tue scelte importanti con maggiore consapevolezza:


1.  Lascia andare la convinzione di essere egoista

Contrariamente a quanto pensi, porre i tuoi limiti, stabilire le tue condizioni, prendere le tue decisioni con fermezza non è un atto egoista.
Scegliere la cosa giusta per te significa darti la priorità e questo non vuol dire non curarsi degli altri, bensì prenderti cura di te e delle tue necessità.


Perchè una donna capace di riservarsi amore, attenzione, cura e comprensione riuscirà a farlo anche con chi la circonda e sarà capace di stabilire legami basati su uno scambio e un interesse sinceri e privi di senso di colpa.


Fai così:
Scrivi quali sono le prove a supporto della tesi per cui scegliere ciò che va bene per te può nuocere agli altri.
Se, ogni volta che ti chiedi cosa sia meglio per te, senti la tua voce critica darti dell’egoista, accusarti di pensare sempre a te stessa, fermati e rifletti sul risvolto positivo che invece la tua decisione potrà avere sulla vita degli altri, mentre fa del bene a te stessa.

Ad esempio, scegliere di dedicarti un po’ di tempo potrebbe migliorare il rapporto con la tua famiglia, perchè ti sentiresti più carica ed energica e il tempo passato con loro ne gioverebbe in qualità.
Cosa ne pensi?



2.  Stabilisci che persona vuoi essere e prendi la decisione che più ti avvicina a quella persona

Nel Ted Talk “Come fare scelte difficili” la professoressa di Giurisprudenza dell’università di Oxford Ruth Chang spiega che dover fare scelte importanti e difficili è un’occasione di crescita e di conoscenza di noi stessi.

La Chang, infatti, ci invita a considerare che le ragioni della scelta sono dentro di noi e non esterne e che la decisione “giusta” per noi sarà quella che terrà in considerazione questi fattori interni, le nostre motivazioni e ciò che è rilevante per noi.


Per questo motivo il processo decisionale può essere considerato come un momento di crescita: perchè è solo guardandoci dentro, capendo chi siamo davvero e che persona vogliamo essere che avremo gli elementi per decretare l’opzione migliore per noi.



Fai così:
Di fronte a una scelta cruciale per te, pensa a chi sei davvero, ripercorri i tuoi valori, ricorda i tuoi confini, ciò che vuoi e non vuoi per te (per gli altri, per il mondo).
Lasciati guidare dagli spunti del mio articolo “Cinque passi per scoprire chi sei davvero” e poi stabilisci che persona vuoi essere tra uno, cinque e dieci anni.
E, una volta definito chi sei, chiediti “Qual è la scelta che più mi avvicina a chi sono e alla persona che voglio essere?”



3.  Ricordati “per chi” e “perchè” lo fai

Il tuo perchè è il motore delle tue scelte.
Sapere cosa ti spinge a muoverti in una direzione anzichè in un’altra è alla base di decisioni prese con consapevolezza.
Capire il tuo perchè ti aiuta ad avere chiarezza sul dove vuoi arrivare e su come vuoi farlo.

Quante volte ti fermi a chiederti dove sei, cosa ti motiva, perchè fai ciò che fai, dove vuoi andare e se il modo con cui ci stai arrivando ti corrisponde davvero?

Quante volte riesci a distinguere per chi fai le tue scelte, se per te e per il rispetto dei tuoi valori, o se per gli altri, per il loro compiacimento o per il timore di ciò che potrebbero pensare di te?

Questa domande – e la consapevolezza che ne deriva – sono come una bussola che ci aiuta a mentenere la rotta, a rimanere ancorate a ciò che vogliamo ottenere e a orientarci nel mare delle scelte possibili.


Fai così:
1) Quando non sai per quale decisione optare, scrivi le motivazioni che ti spingono verso le alternative che hai a disposizione.
Quale strada ha le motivazioni più forti e solide?
Quale, se intrapresa, ti farebbe sentire più vicina alla realizzazione del tuo “perchè”?

2) Chiediti a quale persona pensi mentre stai decidendo: la soddisfazione per la scelta fatta è dipinta sul tuo volto o su quello di qualcun altro? La decisione è vincolata agli altri o a te stessa?


4.  Ascolta le tue emozioni

Le emozioni sono portatrici di messaggi, si fanno portavoce di qualcosa di importante, di bisogni soddisfatti o insoddisfatti, di confini violati, di limiti rispettati. Ecco perchè è importante ascoltarle, non solo a cose fatte, ma anche prima di compiere una scelta.

Fai così:
Restringi la scelta due o tre alternative.
Poi chiudi gli occhi e visualizzale come fossero strade che si aprono davanti a te: immagina i loro colori, come sono fatte, se ci sono ostacoli, se sono dritte o sono presenti curve.
Se sono in salita, piane o in discesa.
Poi immagina te stessa all’inizio di ciascuna di esse, in procinto di imboccarle.
Muovi il primo passo verso la prima via, ascoltati e osservati: come ti senti mentre la intraprendi? Cosa provi quando incontri il primo ostacolo?
Quali emozioni si muovono in te mentre la percorri?

Ripeti questo esercizio per ciascuna delle opzioni tra cui sei indecisa: ascoltare ciò che provi ti aiuterà a cogliere informazioni importanti su di te e su ciò che vuoi e ti fornirà elementi in più in base a cui fare la tua scelta.


5.  Scegli, non farti scegliere.

Paulo Coelho diceva:
A ogni essere umano è stata donata una grande virtù: la capacità di scegliere. Chi non la utilizza, la trasforma in una maledizione – e altri sceglieranno per lui.”


La libertà di scegliere è uno dei nostri poteri più grandi, tuttavia se assumiamo un atteggiamento vittimistico per cui ci poniamo in attesa che siano gli altri a fare la prima mossa, a renderci felici, a risolverci la vita, stiamo rinunciando a questo potere.

Lo stesso avviene quando le nostre decisioni vengono prese in modo automatico, un po’ come se lasciassimo il comando della nostra vita a qualcuno o a qualcos altro.
Questo succede quando non siamo presenti a noi stesse, quando optiamo per soluzioni che in realtà sono di altri e non nostre, quando agiamo in base a giudizi, convinzioni, paure, quando non ci ascoltiamo, quando diciamo “Non posso farci nulla”, rinunciando così a una parte di noi.


Fai così:
Ripensa alle tue ultime scelte o a quelle che nel passato sono state le più importanti per te e prova a capire se sei stata tu la protagonista della tua decisione.
Quali considerazioni puoi fare?

E poi ricorda questa” domanda guida” ogni volta che ti ritrovi a fare una scelta importante per te: “Sto scegliendo o sto lasciando che siano gli altri o la vita a scegliere per me?”

La risposta ti aiuterà a capire se stai assumendo un atteggiamento attivo e protagonista, esercitando il tuo pieno potere di prendere decisioni o se stai invece agendo in maniera passiva, subendo le scelte, anzichè esserne artefice.

E, se è così, domandati: “Come posso assumermi la responsabilità di questa decisione, ora?”


C’è sempre una scelta: ognuna di noi è libera di scegliere, sempre.
Anche quando pensiamo di non averne la possibilità, anche quando credi di non avere alternative, in realtà non è così.


Ed è importante non dimenticarcene perchè è attraverso le nostre decisioni che riusciamo a esprimere tutte noi stesse e a far sentire la nostra voce.


E tu come ti poni rispetto alle scelte? Riesci ad ascoltarti e a prendere decisioni importanti con consapevolezza?

Raccontamelo lasciandomi un commento o scrivimi a patrizia@patriziarcadi.it per fissare la tua sessione conoscitiva gratuita e scoprire come posso aiutarti a fare le tue scelte con consapevolezza!
 

A presto!
Patrizia

Ph Debby Hudson/Unsplash

Patrizia Arcadi

Sono Patrizia Arcadi, La Coach Imperfetta: ti aiuto ad accettare e accogliere l’imperfezione, riscoprendo il coraggio di essere te stessa. Lavorando con me potrai: sentirti più sicura di te e delle tue decisioni nella vita privata e nel lavoro, metterti al primo posto senza sentirti in colpa, riconoscere il tuo valore, dire la tua con sicurezza, apprezzarti e star bene con te stessa.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.